GT Bible Studies    

    Italian    


Navigation GT Bible Studies in Italian

11. Gesù come giudice Giovanni 8:1-11



CONTESTO: secondo le leggi di Mosè sia l’uomo che la donna colti in adulterio dovevano essere lapidati a morte. (Lev. 20:10) Solo i Romani comunque potevano applicare la pena di morte in Israele da loro occupata.

1. Cosa può portare una persona a commettere adulterio? Pensa a vari motivi.
  • Immagina la vita di questa donna dopo aver trovato un “nuovo amore”. Quale tipo di felicità e/o dolore pensi che questa relazione abbia apportato alla sua vita?

    2. Quale pensi sia l’aspetto peggiore nell’essere colti in flagrante in adulterio?
  • Come pensi si sia sentita la donna nel momento in cui il suo compagno è scomparso dalla scena?
  • Quale pensi sia stata la cosa più difficile da affrontare per quell’uomo che probabilmente era sposato?

    3. C’erano molte persone coinvolte in questa situazione. Pensa a come si sono sentite le seguenti persone, in relazione all’adulterio ed alla possibile pena di morte: il marito della donna, i suoi figli, i suoi genitori ( se erano ancora in vita).
  • Come avrebbe potuto influire questa situazione nella vita dei bambini coinvolti?

    4. Come si sentì la donna nei confronti di Gesù quando la trascinarono davanti a lui? (3-5)
  • Come pensi che si sia sentita in quel momento la donna per aver commesso adulterio?

    5. Perché i Giudei trascinarono la donna da Gesù anche se sapevano che la pena di morte poteva essere applicata soltanto dai romani?
  • Perché Gesù non rispose solamente : “ Nessuno di voi ha il diritto di tirare una sola pietra a questa donna”, invece di ciò che ha detto nel versetto 7?

    6. Perché pensi che gli accusatori lasciarono quel posto secondo l’ordine descritto nel versetto 9?
  • Perché Gesù non si mise ad osservare gli effetti delle sue parole sulle persone che lo ascoltavano, decidendo invece di piegarsi e scrivere qualcosa sulla sabbia?
    7. Perché soltanto Gesù avrebbe avuto il diritto di condannare a morte questa donna?
  • Perché Gesù in questo caso non agì secondo le leggi di Mosè?
  • Cosa era accaduto alla punizione che questa donna avrebbe dovuto subire dopo aver rovinato la felicità di così tante persone?

    8. Perché pensi che la donna non scappò via dalla scena mentre Gesù stava scrivendo sulla sabbia per la seconda volta e lei avrebbe potuto farlo? (8-9)
  • In quale momento pensi che la donna abbia realizzato che i sui peccati erano stati perdonati?

    9. Perché, secondo te, Gesù ha voluto dire alla donna le parole del versetto 11?
  • Gesù dice le parole del versetto 11 anche a te. Cosa possono significare per te nelle tue presenti circostanze?

    NOTA MESSAGGIO DI GIOIA: non ci viene detto cosa scriveva Gesù sulla sabbia. Forse stava agendo come un giudice che prima scriveva la pena capitale che la legge pronunciava in caso di adulterio e la seconda volta avrebbe potuto aggiungere queste parole “ prenderò su di me la sua punizione.”


    Version for printing    
    Downloads    
    Contact us    
    Contact webmaster