GT Bible Studies    

    Italian    


Navigation GT Bible Studies in Italian

12. La luce del mondo Giovanni 9:1-7; 18:23 e 35-43



CONTESTO: tra i miracoli di Gesù quello che probabilmente ha ricevuto più attenzione è stato quello della guarigione dell’uomo nato cieco. (9:32; 10:21; 11:37). Se qualcuno nasce cieco i suoi occhi non si sviluppano completamente. Altri sensi come l’udito possono invece funzionare in modo più che ottimale.

1. Versetti dall’1 al 7
  • Come cambia la vita dei genitori se in famiglia nasce un bambino con una disabilità?
  • Che impressione ricevi sul modo in cui questi genitori possono aver cercato di affrontare tale situazione?
  • Prova ad immaginare quale potesse essere la tipica giornata di questo mendicante cieco.
  • Cosa credi abbia provato quest’uomo nei confronti dell’amore di Dio? il mendicante cieco aveva sentito tanti commenti sulla sua disabilità da parte dei passanti. Pensi che qualcuno si potrebbe abituare a ricevere commenti come quelli dei discepoli? (2)
  • Perché noi umani abbiamo bisogno di biasimare sempre qualcuno per le sofferenze intorno a noi?
  • Quali tipi di situazioni ti hanno fatto sentire come se le tue situazioni difficili o quelle della tua famiglia fossero colpa di qualcuno?
  • Come si potrebbe essere sentito il mendicante ascoltando la risposta di Gesù alla domanda dei discepoli? (3-5)
  • Secondo te, come potrebbe l’opera di Dio essere mostrata al meglio nella tua vita?
  • Cosa ci mostra il fatto che l’uomo non protesta quando un estraneo viene e mette del fango sui suoi occhi? (6)
  • Perché Gesù non guarisce subito l’uomo cieco, invece di mandarlo fino alla piscina di Siloe?

    2. Versetti dal 18 al 23. La reazione dei genitori. Nota che essere cacciati dalla Sinagoga equivaleva ad essere messi fuori dalla comunità stessa. (da matrimoni, funerali …)
  • Come pensi che i suoi genitori abbiano reagito di fronte a commenti come quello al verso 2?
  • Perché i genitori non sembrano del tutto felici della guarigione del figlio?
  • Perché l’uomo che era stato guarito non sembrava apparentemente preoccupato di essere cacciato dalla sinagoga, a differenza dei suoi genitori?
  • Come pensi che avresti reagito se fossi stato al posto dei genitori?

    3. Versetti dal 35 al 43. Il secondo incontro tra Gesù e l’uomo che era stato guarito.
  • Perché pensi che Gesù abbia voluto parlare una seconda volta con quest’uomo?
  • Perché Gesù non chiese all’uomo: “credi in me?”, invece di “credi nel figlio dell’Uomo?” (35)
  • Se Gesù ti chiedesse questa cosa oggi, tu che gli risponderesti?
  • Che cosa significa che Gesù è la luce del mondo?
  • Che cosa significa il versetto 39?
  • Perché pensi che Gesù abbia dovuto sperimentare le tenebre dell’inferno, anche se lui era la Luce del mondo?

    NOTA MESSAGGIO DI GIOIA: le tue sofferenze e quelle delle persone che ami ti sono state date affinché l’opera di Dio potesse essere mostrata nella tua vita. Porta il versetto 3 a casa con te come una parola personale da parte di Gesù per te.

    Version for printing    
    Downloads    
    Contact us    
    Contact webmaster